“Con Directa un trading semplice e intuitivo”

Dr.ssa Motta, siamo al giro di boa del primo semestre 2018, che bilancio  per Directa Sim?

Per quanto riguarda l’andamento del trading, i nostri risultati sono in linea con l’anno precedente. Aumenta leggermente il numero dei clienti  operativi, ma vediamo un leggero calo dell’operatività media. In ogni caso non cambia la nostra mission: migliorare le piattaforme e le performance del nostro servizio. Cerchiamo infatti di rendere il trading sempre più semplice e intuitivo, sia nell’interesse dei trader più attivi, sia per gli investitori di medio e lungo periodo. Siamo inoltre sempre attenti ad
offrire ai clienti servizi aggiuntivi di qualità e, ove possibile, in  esclusiva.

Dal suo osservatorio, da cosa potrebbe dipendere quello che lei indica come un modesto calo dell’operatività?

Il leggero calo dell’operatività ritengo possa avere due probabili cause: la prima è la scarsa volatilità dei mercati, che però dopo le incertezze politiche e i movimenti dello spread sembra ora tornare protagonista. Il secondo aspetto è la decisione di Borsa italiana di polverizzare il tick minimo, che specie su alcuni titoli molto popolari tra i trader come Unicredit e Fca, ha reso più difficile l’attività soprattutto dei clienti più attivi.

Da gennaio avete dato vita alla piattaforma dPro rivolta ai consulenti  finanziari indipendenti e alla loro clientela. Con quali risultati ad  oggi?

La piattaforma dPro rientra nel nostro obiettivo di ampliare l’offerta,  già molto apprezzata dai consulenti che la utilizzano perché soddisfa  l’esigenza di interagire in modo smart con i clienti, risultando pienamente compliant alla Mifid-2, usufruendo di un servizio di archiviazione e registrazione completa di tutti i consigli proposti. Con dPro è sempre e comunque il cliente finale che prende la decisione di acquisto, grazie a una piattaforma intuitiva e immediata, che anche da smart-phone consente con un semplice click di dare seguito alle segnalazioni del consulente e aggiornare il proprio portafoglio.

A Rimini c’è stata la pagina finale delle Universiadi del trading edizione 2018. Ora tutti alla Summer school?

Con soddisfazione abbiamo chiuso una settima edizione di grande successo sotto ogni aspetto: record di partecipanti, di team e di Paesi coinvolti. E per la seconda volta consecutiva la vittoria di una squadra Ceca ci rende orgogliosi dell’internazionalità della manifestazione, che ha visto comunque due team italiani sul podio. Chiusa la competizione,
partiamo subito con la Summer School che quest’anno organizziamo in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche, con sede ad Ancona. Ricordo in tal senso che la partecipazione è aperta a tutti gli studenti universitari e che tutte le informazioni per partecipare all’evento che si terrà in luglio, dal 16 al 20, sono disponibili sul  sito: summerschool.directa.com.

Quali progetti in cantiere per i prossimi mesi a Directa Sim?

Lavoriamo costantemente per migliorare le nostre piattaforme. L’ultima nata dLite, che può essere utilizzata su qualsiasi dispositivo senza dover installare alcuna applicazione e/o programmi, sta riscontrando grandissimo successo. Per questo continuiamo a migliorarla affinché sia  sempre più intuitiva e performante. Tutto ciò senza dimenticare dPro, di
cui ho parlato in precedenza. Il connubio tra le due piattaforme ci ha permesso di supportare  informaticamente un nuovo servizio di consulenza indistinta con costi  all-inclusive molto interessanti. Il nostro partner in questa iniziativa è Wilbur Money, società indipendente che offre strategie di investimento basate su portafogli modello.

Per quanto riguarda l’attività educational?

Dal punto di vista dell’education, continuiamo a portare i nostri corsi itineranti in tutta Italia e siamo molto attivi anche tramite i webinar  che riscontrano un grande e crescente successo. Inoltre abbiamo firmato in questi giorni un accordo di collaborazione con CrowdFundMe, il primo portale di equity crowdfunding in Italia. Inizialmente noi rubricheremo le quote degli investitori che investono nelle società emittenti del portale; questo servizio innovativo permetterà agli investitori degli emittenti di CrowdfoundMe di non dover più passare dal notaio o commercialista per scambiarsi le quote, ovviamente fino al momento in cui le medesime rimarranno depositate presso di noi.

Infine manteniamo sempre le antenne ben dritte, per cogliere nuove esigenze e opportunità in un contesto che, come ben sappiamo, è in costante evoluzione.

Profilo autore