Oro, movimento a “V” all’orizzonte?

L’oro sta beneficiando di un rimbalzo tecnico dopo il test a 1.237 dollari per oncia del supporto statico di medio termine. Per continuare nel movimento di recupero in atto il prezzo spot del lingotto dovrà però in tempi ristretti oltrepassare la resistenza statica di breve periodo posta a quota 1.260, livello oltre il quale (dollaro permettendo) si potrebbe assistere alla formazione di un movimento a “V” con primo target a 1.280 e poi in zona 1.300/1.309 dollari per oncia.

La potenziale ascesa è inoltre favorita dall’ampia distanza dei principali indicatori e oscillatori tecnici dalla zona di ipercomprato e dalla distanza, anch’essa ampia, dei prezzi dalle loro medie mobili a 21 e 50 sedute, al momento rispettivamente passanti per quota 1.270 e 1.288 dolli per oncia.

Di fondamentale importanza però la tenuta di quota 1.237 (stop loss o stop and reverse da adottare), livello al di sotto del quale si profilerebbe una nuova correzione con obiettivi in zona 1.220/1.214 dollari per oncia.