Orso mangia Dax

Ancora un’altra sessione caratterizzata da forti vendite per il Dax, dove perdura la fase di debolezza iniziata dopo i nuovi massimi storici registrati a inizio anno.

Sul grafico giornaliero evidenziamo il completamento di un modello a doppio massimo decrescente, con la rottura del supporto a 12.180 punti che dimostra come il movimento correttivo sia per ora destinato a perdurare.

A livello tecnico il mercato presenta ulteriore spazio di discesa almeno fino a 11.450, dove troviamo un significativo supporto di tipo statico, oltre al supporto dinamico fornito dalla congiunzione dei minimi di breve periodo; segnaliamo come livello intermedio 11.960, dove la reazione osservata fungerà da termometro per misurare la forza dei ribassisti.

Sempre su grafico giornaliero, è utile sottolineare come il mercato stia attualmente scambiando al di sotto della trendline ascendente che aveva ben delineato il ritmo della salita fin da febbraio 2016; a seguito del break out al ribasso, il successivo pull back ha costituito infatti occasione di vendita a 12.480.

Qualora il mercato avesse la forza di un retest di 12.180, nello scenario attuale siamo dell’idea di cercare su questi livelli spunti operativi dal lato short.

Segnaliamo infine come una chiusura mensile al di sotto di 11.400 punti costituirebbe un forte segnale ribassista, mentre soltanto il recupero di 12.600 punti fornirebbe nuova spinta dal lato rialzista.

Profilo autore

Filippo Giannini
TradingFacile