Stoxx600 in rally

L’inizio del 2018 ha dato segnali simili a quelli 2017 e in modo sorprendente ha generato un immediato e veloce attacco ai massimi dello Stoxx600 posti in area 396.

La chiusura di lunedì a 398,96 unita alla conferma ottenuta ieri oltre i 400, ha decretato i nuovi massimi del principale indice europeo degli ultimi due anni.
Gli obiettivi sono ormai i livelli del 2015 posti in area 415. Anche gli scambi sembrano rifiorire dopo la pausa natalizia ma non tutti i settoriali godono di attenzioni da parte dei big.

La sensazione dopo i primi due giorni effettivi di scambi è che nel 2018 ci sarà molta più selezione nella scelta dei comparti e dei singoli titoli. I principali supporti si confermano nell’ampia area compresa fra 382 e 380 punti.

Analizzando i singoli comparti osserviamo un netto cambiamento rispetto a metà dicembre con ben 12 settori in campo positivo, 4 in campo neutrale e 2 in campo negativo. Fra i settori particolarmente acquistati segnaliamo il settore Auto, Risorse di Base, Costruzioni ed Industriali. Settori importanti e ciclici, sintomo che il mercato prezza al momento un ulteriore allungo del rialzo dell’economia reale. Passano in positivo anche i bancari dopo una lunga fase laterale e sembrano puntare verso i massimi di periodo.

Proprio il settore bancario riporta un interessante rapporto rendimento-rischio. Considerando negativo un ritorno sotto 177 confermato in chiusura, calcoliamo un rischio circa del 7% contro una potenziale fuoriuscita dai massimi posti in area 190/191 che attirerebbe nuovo denaro. Possibili successivi target in area 203/204 con un potenziale dell’8% circa. I manuali dei guru sconsigliano operazioni con rapporti rendimenti-rischio 1:1 ma non sempre la teoria si sposa con la pratica. Tutti gli algoritmi dei bancari sono in fase positiva nonostante la lateralità grafica che suggerisce comunque prudenza.

Profilo autore

Giovanni Cuniberti
Professore a contratto Facoltà di Economia Torino Head of Fee Only & Senior Portfolio Manager presso Gamma Capital Markets Ltd