Dove si andrà adesso?

Dove si andrà adesso? Ovvero in quale direzione andremo da qui a riguardo dell’ indice italiano Ftse Mib 40? Long o short? Sì, perché dopo lunga attesa (il mercato lateralizza sempre molto a lungo) siamo finalmente arrivati, anche se manca ancora qual cosina, alle resistenze, come si vede da Figura 1.

Figura 1. Future FtseMib40 – grafico settimanale.

 

Sarà proprio dalle resistenze settimanali che probabilmente si partirà per un nuovo trend direzionale di lungo periodo.

Perché? Perché è proprio rotte le resistenze di lungo periodo al rialzo o, viceversa, respinti dalle resistenze di lungo periodo che nasce un nuovo trend, per l’ appunto, di lungo periodo rispettivamente rialzista oppure ribassista.

E quale tra i due? Ancora non lo si sa perché, nonostante esistano buone ragioni per entrambe le direzioni (ad esempio due gap in alto, rispettivamente a 20.265 e  21.400 punti di fib per quanto riguarda il rialzo evidenziato in Figura 2) il mercato non si fa preventivamente imbrigliare: segnala la sua direzione sul momento. 

Figura 2. Future FtseMib40 – grafico giornaliero.

 

E attenderemo appunto tali segnali. Sembrerebbe, visti i livelli attuali, presto.

La precisione del mercato si vede anche su Credito Valtellinese. Si veda infatti esattamente dove si è andati a rimbalzare: proprio sulle resistenze.

Figura 3. Credito Valtellinese – grafico giornaliero.

 

Long o short? Nessuno dei due (almeno a ricondursi ai nostri segnali) perché long non si va in quanto le resistenze hanno per ora respinto i prezzi e non sono state superate; short neanche perché non si ha di fronte una configurazione affidabile. Almeno per ora.

 

Su Salini Impregilo invece si è in presenza di un segnale long. Per la verità l’ entrata giusta è stata al prezzo di 1,551 e si è, come si vede dal grafico di Figura 4, già arrivati sui primi obbiettivi. 

Figura 4. Salini Impregilo  – grafico giornaliero..

Giusto uscire allora? La prudenza non è mai troppa. Noi faremmo così perché è meglio a, nostro avviso, rischiare si perdere un movimento che rischiare di perdere. In altre parole, se non conosci più le probabilità, prendine atto. Ma ovviamente chi è più propenso al rischio di noi potrebbe non pensarla così. A ognuno la sua dimensione.

Profilo autore

Fabio Pioli
Pres. Ass. Italiana Traders e Piccoli Risparmiatori e fondatore di CFI (www.cfionline.it)