Fib, ancora lontano dai massimi dell’anno

Sebbene il mercato azionario italiano sembri impostato al rialzo nel breve periodo, manca ancora quella forza necessaria per battere i propri massimi annuali, evento che è invece accaduto nella giornata di lunedì sui principali listini europei. Anche ieri, infatti, il movimento del Future sull’indice FTSE/MIB si è mantenuto all’interno di uno stretto trading range compreso tra i livelli 21.160 e 21.355, creando inoltre una Inside Bar rispetto alla seduta precedente indicante una sostanziale indecisione degli operatori.

La strada per raggiungere l’importante resistenza posta a quota 21.500, comunque, non è così lunga anche se appare evidente come la positività delle ultime sedute abbia il fiato corto, soprattutto per motivi tecnici: innanzitutto l’indicatore Macd è molto vicino all’incrocio ribassista con il proprio Signal, cui si aggiunge che l’indicatore Parabolic Sar evidenzia un sentiment negativo, così come l’oscillatore RSI continua a mantenersi nella propria area di “ipercomprato”, nell’intorno del valore 80.

I segnali di trading sul Fib

Dal punto di vista operativo, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 21.405 con target nell’intorno di 21.555 punti, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 21.160 con obiettivo molto vicino al livello 21.000.


L’andamento di breve termine del Future FTSE/MIB