Graffi dell’Orso sui listini europei

Aumentano le turbolenze sull’indice Stoxx600 che dopo aver violato al rialzo la congestione di inizio mese, ha invertito pericolosamente e in sole sette sedute è arrivato a fornire segnali negativi con la rottura di 378 punti. L’attuale movimento rischia di far tornare i prezzi sui minimi dell’anno o in area 370 punti, zona importante di volumi da cui sono ripartite le ricoperture ad inizio aprile.

In questo contesto risulta fondamentale visionare l’istogramma prezzo-volume sull’Eurostoxx50 e sul nostro FtseMib. Il principale future europeo ha creato un doppio picco di volumi (Poc) in area 3410 (ora resistenza fondamentale) per poi allungare verso il basso in direzione 3340/3330, ultimo baluardo per poi assistere a movimenti di ampia portata. L’unico modo per interrompere questo inizio di trend negativo, sarebbe un ritorno entro fine settimana sopra 3410.

Il nostro future è invece ancora all’interno di un’area ben definita con supporti di volumi a 21200 e un piccolo supporto di minor importanza sulla soglia psicologica di 21000. Al contrario solo una chiusura settimanale sopra 22200 potrebbe riaprire le porte verso un attacco dei 23000 e dei 23400 punti.

A cura di Cuniberti Giovanni, Gamma Capital Markets

Profilo autore

Giovanni Cuniberti
Professore a contratto Facoltà di Economia Torino Head of Fee Only & Senior Portfolio Manager presso Gamma Capital Markets Ltd