In attesa di Onda 5 sul Ftse Mib

Ecco un breve riassunto delle escursioni avvenute sul mercato italiano. Negli ultimi due anni è salito da un minimo di 14.995 punti di future sul Ftse Mib 40 del 2016 ad un massimo di 24.175 punti del 2018 (onda 1? In Figura 1). Successivamente è calato in due sottoonde (a e c in Figura 1)

Figura 1. Future FtseMib40 – grafico settimanale

 

Cosa succederà adesso?

Basterà così alla discesa, come sembrerebbe fare intendere Figura 1?

Oppure vi sarà una nuova ondata ribassista che sarà solo l’ inizio di un tracollo (Figura 2)?

Figura 2. Future FtseMib40 – grafico settimanale

 

Di certo uno delle due ipotesi si concretizzerà realmente e tutto dipenderà dal completamento o meno di onda 5 indicata in Figura 2.

 

Attenzione ai passi falsi su Cerved.

Il titolo da dato in precedenza un bel segnale ribassista a 9,725 e lo short, fino a prova contraria, continua.

Obiettivi, superabili a meno, ciò si vedrà al momento, a 8,438 (Figura 3)

Figura 3. CERVED  – grafico mensile

 

In pieno recupero è il titolo Sabaf.

I tempi potrebbero maturare per un suo potenziale acquisto ad alte probabilità ma solo se, accostandosi alle resistenze di 12,32 euro, desse un segnale rialzista (Figura 4). Fino ad allora, teniamoci alla larga.

Figura 4. SABAF  – grafico settimanale

Profilo autore

Fabio Pioli
Pres. Ass. Italiana Traders e Piccoli Risparmiatori e fondatore di CFI (www.cfionline.it)