Paura da spread

Il FtseMib disegna una long black che tocca i minimi dal 4 aprile archiviando “formalmente” la peggior settimana del 2018 (in realtà bisogna considerare che lo stacco cedola di lunedì ha generato un ribasso dell’1.7% circa). A pesare sono soprattutto le tensioni che si riaccendono sull’Italia in vista della formazione di un governo. Il mercato teme che si possa rimettere sul tavolo il tema dell’uscita dall’euro e del “non rimborso” del debito pubblico per intero e nei tempi previsti.

Nonostante lo scudo della BCE è stata immediata la reazione sullo spread Btp/bund salito a 209 punti, anche per effetto degli acquisti massicci sul obbligazione decennale tedesca, il cui rendimento scende sotto 0,40% a dimostrazione della ricerca di protezione degli investitori. Intanto l’euro si porta sui minimi da novembre 2017 e riprende la salita dell’oro sopra i 1.300 dollari l’oncia. Vedremo se la formazione eventuale del nuovo governo potrà essere di sollievo al mercato.

In questo contesto la prudenza è d’obbligo: per chi ha la capacità e il tempo è possibile sfruttare l’incremento della volatilità con rapide operazioni intraday. Viceversa che avesse ridotta propensione al rischio è bene che non si faccia troppo ingolosire dai pressi a sconto del 15/20% su alcuni titoli rispetto a 10 giorni fa.
[Zoom +]

Fra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo:

Straordinaria forza relativa per MONCLER che si riporta a contatto con i massimi assoluti toccati il 18 maggio a 39.5€. Il superamento di questo livello, potrebbe calamitare nuovi acquirenti.

[Zoom +]

Grande forza anche per LUXOTTICA che si riporta a contatto con la resistenza chiave passante in area 55€. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un significativo segnale Long.

[Zoom +]

Discorso analogo per STM che testa ancora la resistenza in area 20.6€. Il superamento di questo livello, potrebbe condurre i prezzi verso  i massimi toccati il 7 novembre 2017 a 21.59€.

[Zoom +]

BPM disegna una Long black che esplode nella volatilità e nei volumi (scambiate oltre 74.5 milioni di azioni). Il supporto in area 2.3€ potrebbe tentare di opporsi alla discesa dei prezzi.

[Zoom +]

CAMPARI come previsto accelera a seguito del superamento della neckline del testa e spalle rovesciato in formazione ovvero con il superamento di 6.4€. Chi fosse intervenuto, fissi stop loss a 6.34€ e target in area 6.9€.

[Zoom +]

AZIMUT diventa il titolo più shortato dalle mani forti con 7 investitori che puntano sul ribasso del titolo. Sarà dunque un fra i principali candidati per operazioni di vendita allo scoperto
Grafico elaborato con BigShort Hunter http://www.bigshorthunter.it/

[Zoom +]

CUCINELLI ed HERA sono i titoli migliori secondo il nostro indicatore RI (Reccomendation Index http://www.raccomandazioniborsa.it/ ) Ogni ritracciamento potrebbe essere una buona opportunità per intervenire

[Zoom +]

A cura di Pietro Di Lorenzo www.sostrader.it

I segnali della rubrica Buy&Sell su www.sostrader.it
Per maggiori info: info@sostrader.it Tel. 081.7803598 Skype: helpdesk.sostrader
Puoi seguirci anche su:
Facebook: http://www.facebook.com/pages/Sos-trader/1337451933612984
Twitter: www.twitter.com/pdilor
YouTube:  http://www.youtube.com/user/pdilore
TELEGRAM https://telegram.me/sostrader

Profilo autore