Per il Fib si profila un test cruciale sulle resistenze a 20.300 e 20.900/21.000

Tutto oscilla, “eppur si muove”, si potrebbe dire, alla Galileo. Ciò significa che, parlando di mercato italiano e del suo indice Ftse Mib, avendo assistito, sino ad ora, a un’oscillazione negativa, ci sarà anche un’oscillazione positiva. Oppure c’è già stata? Sì, perché mentre da un punto di vista settimanale (parlo del grafico con ciascuna candela corrispondente ad una settimana di contrattazioni) le resistenze si trovano in area 20.300 prima e 20.900 – 21.000 poi (sebbene decrescenti, come in Figura 1),

Figura 1. Future su FtseMib – grafico settimanale.

da un punto di vista giornaliero le resistenze, poste a 19.500, sono state già raggiunte ma non superate (Figura 2).

Figura 2. Future FtseMib40 – grafico giornaliero.

Cosa succederà dunque? Si scenderà da qui o si salirà almeno a 20.300 e poi si deciderà? Non lo sappiamo. Ma sappiamo cosa fare. Aspetteremo fino alla resistenze settimanali, senza garanzia che le raggiunga, naturalmente, ma con la garanzia che da lì partirebbe un movimento affidabile.

Non ha invertito il suo trend positivo, nonostante la discesa che, fino ad ora, può essere considerata solo uno storno, il titolo Interpump. Se in trend positivo siamo sicuri che riprenderà la corsa e supererà i massimi precedenti? Ancora una volta la risposta è no ma se dovesse finire una qualsiasi settimana sopra il prezzo di 28,50 circa, la risposta diventerebbe positiva. A questo punto un long con stop loss a 24,15 potrebbe essere intrapreso (Figura 3).

Figura 3. Interpump – grafico settimanale

Il trend è sicuramente l’ opposto per Clabo. Se Interpump ha avuto uno storno in un trend positivo, Clabo sta avendo un rimbalzo all’ interno di un trend ribassista. Le cose cambierebbero solo al superamento di 2,96 euro (Figura 4).

Figura 4. Clabo – grafico settimanale

Fino ad allora il giudizio sul titolo è negativo, anche se ciò non è sufficiente per effettuare uno short.

 

 

 

 

 

Profilo autore

Fabio Pioli
Pres. Ass. Italiana Traders e Piccoli Risparmiatori e fondatore di CFI (www.cfionline.it)

Commenta per primo su "Per il Fib si profila un test cruciale sulle resistenze a 20.300 e 20.900/21.000"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*