Piazza Affari: in attesa di avvicinarsi ai livelli critici

La strategia di non fare niente sull’ indice italiano Ftse Mib 40 prima di essere arrivati sulle resistenze era giusta. Questo non deve stupire: una strategia è sempre corretta; altrimenti non verrebbe elaborata. Sarebbe invece stato sbagliato comprare dando per scontato un arrivo sulle resistenze: sulle resistenze infatti si arriverà di certo ma chi ci dice che corrisponderanno ai livelli attuali (area 19.900 – 20.200 punti di Figura 1)?

 

Figura 1. Future FtseMib40 – grafico settimanale.

 

Eppure siamo convinti che molti siano entrati al rialzo sui vari titoli componenti l’ indice Ftse Mib 40 non tenendo presente questo importantissimo dettaglio ma attratti esclusivamente dai prezzi “bassi”. Non è così semplice. Strategia corretta è dunque aspettare la resistenze e lì farsi dire se si andrà al rialzo oppure al ribasso. Tali resistenze saranno la prossima settimana più basse, quella successiva ancora più basse e quella dopo ancora, ancora più basse ma quando ci sarà segnale ci sarà anche probabilità.

 

In fase critica è anche il titolo Clabo. La fase decisionale però non è qui, a 1,75 ma sulle resistenze a 2,74. Lì si potrebbe  eventualmente ricercare uno short, ma solo se si presentasse un segnale.

 

Figura 2. CLABO  – grafico settimanale.

 

Niente short ora, dunque ma condizionato a segnale.

Nonostante la tenuta dei supporti, non è ancora positivo Poste Italiane. Qui però, a differenza del Ftse Mib, le resistenze si trovano molto più vicine. Rotti i 6,87 euro in chiave settimanale il trend vira in positivo ed è possibile considerare un eventuale long con uno stop-loss che per ora rimane a 5,97

 

Figura 3. POSTE ITALAINE  – grafico settimanale.

Profilo autore

Fabio Pioli
Pres. Ass. Italiana Traders e Piccoli Risparmiatori e fondatore di CFI (www.cfionline.it)

Commenta per primo su "Piazza Affari: in attesa di avvicinarsi ai livelli critici"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*